Per ottimizzare il nostro sito Web e migliorarlo continuamente, utilizziamo i cookie. Cliccando sul pulsante "OK" accetti l'uso dei cookie. Ulteriori informazioni sui cookie, in particolare su come è possibile evitare l'uso dei cookie, sono disponibili nella nostra informativa sulla protezione dei dati personali

.

Castelli Ci sono 37 prodotti.

Sotto-categorie

  • Versailles
  • Castelli della Valle...

    Visita i castelli della Loira. Godetevi la dolcezza della Touraine e il suo patrimonio culturale estremamente ricco.

    La Valle della Loira ha la più grande densità di castelli del mondo. Dalla guerra di cent'anni ai tempi moderni, la regione era il centro del potere dei re francesi Valois e il centro culturale dell'Europa.

    Oltre ai castelli del Medioevo, costruirono magnifiche residenze reali del Rinascimento.

    Non troverai alcuna delineazione definitiva della regione della Loira sulle mappe della Francia. Questo si estende tra la regione Centro-Valle della Loira e la regione Pays-de-la-Loire. Quando menzioniamo i castelli della Loira, stiamo parlando di questa parte della Valle della Loira tra Blois e Angers, dove si trova la più grande densità di castelli del mondo lungo 250 km lungo il fiume e i suoi affluenti.
    I castelli sono stati costruiti in questa regione molto presto. Chinon è un buon esempio. Il castello fu costruito dal Plantagenêt, perché la città aveva il vantaggio di trovarsi a metà strada tra le proprietà inglesi sul continente, cioè la Normandia e la Guyenne.
    La presenza degli inglesi in Francia ha svolto un ruolo importante per la regione della Loira. L'occupazione del nord della Francia vide la corte del re francese o Dauphin costretta a stabilirsi sulla Loira.
    Carlo VII era sposato con Marie von Anjou e la sua famiglia e il fiume poteva fornire protezione dal nemico.

    I castelli della Loira, come Chinon, Blois o Amboise, diventarono la centrale elettrica della Francia. Ma non solo la Guerra dei Cent'anni ha modellato la Valle della Loira ma anche la guerra civile tra Armagnac e Borgogna e le guerre religiose della seconda metà del XVI secolo.
    A differenza di suo padre, Luigi XI visse. volentieri nella Loira nel castello di Loches o in Blois. Dal suo regno fino alla fine della dinastia dei Valois, una certa "Art de vivre" francese si sviluppò lungo la Loira. La regione della Loira era particolarmente popolare per le loro foreste, dove i nobili potevano cacciare, come ad esempio a Chambord, e la loro naturale mitezza senza paludi.
    Parallelamente alle guerre, i castelli della Loira hanno anche assistito a sviluppi culturali e architettonici. Con Louis XI. Nella seconda metà del XV secolo il feudalesimo terminò lentamente in Francia. In Francia, il re si era imposto come unico sovrano della sua Vassallena e doveva avere paura di eventuali conflitti nei propri confini. La costruzione di fortezze e castelli sicuri non aveva senso.
    Con l'aspetto della polvere e dei cannoni, gli scopi difensivi dei castelli con le loro mura, torri e guardiani furono abbandonati.
    I castelli presero una funzione ornamentale e divennero le caratteristiche del Rinascimento.
    Gli ornamenti e il gioco esteriore ora hanno un ruolo più importante. Il Rinascimento portò il re Carlo VIII l'affabile dall'Italia in Francia. Il re francese iniziò quindi le prime campagne in Italia per riconquistare il ducato di Milano per il duca di Orleans. Lì decifra una nuova cultura, una nuova architettura, un certo "savoir vivre" italiano, che forse include anche la Roma dei Borgia.
    Il castello di Amboise divenne il primo ad essere trasformato in un nuovo stile. Quindi seguì le altre serrature.
    Amboise fu nel XVI secolo per un certo periodo il centro di potere giusto della Francia. Caterina de 'Medici ei suoi figli godevano dell'aria piacevole della Valle della Loira, senza paludi e grandi foreste.
    Ancora oggi, la Loira è molto popolare per la sua natura. Sempre più visitatori seguono le strade del vino o scoprono le numerose piste ciclabili che si sono formate lungo il fiume.

    Così come secoli fa, i turisti amano la qualità della vita nella Valle della Loira. Non parli in francese "la vie de château" per parlare della terra del latte e del miele? Sì, e non senza ragione.

    Dopo le guerre di religione (come nella congiura di Amboise nel 1561) e in seguito nella Fronda, il potere reale lasciò i castelli della Loira, stabilendo gradualmente un centro di potere nelle immediate vicinanze della capitale, Parigi.
    Luigi XIV, il Re Sole, centralizzò il potere statale a Versailles. L'ora dell'assolutismo aveva colpito.

    Tuttavia, la Loira e i suoi affluenti come la Cher non sono stati dimenticati. I giardini del castello di Villandry, il castello di Valencay di Talleyrand o il castello di Cheverny sono altrettante prove che i castelli della Loira non sono rimasti nei loro resti durante il classicismo.

    In questa pagina cerchiamo di offrirti tanti biglietti per i castelli della Loira e di informarti sugli orari di apertura, sulle condizioni da visitare o semplicemente sulle date e sui biglietti d'ingresso dei rispettivi castelli. Certo, c'è molto da vedere.

  • Paris e la regione...
  • Provincia
  • Villa
per pagina
Mostrando 1 - 12 di 37 articoli
Mostrando 1 - 12 di 37 articoli